L’enoteca del futuro all’Expo 2015

Want create site? With Free visual composer you can do it easy.

Ecco l’Expo, l’atteso super evento globale che vede protagonista il tema dell’alimentazione e delle risorse a disposizione dell’umanità. Occasione per la città di Milano di aprirsi al mondo, e per l’Italia intera di proporre il suo talento e le sue eccellenze, affinché questa “mega esposizione” divenga una grande occasione per ripartire e riacquistare fiducia.

L’eccellenza tricolore, appunto. Si perché, prima di fare un giro tra i padiglioni del mondo, è impossibile, soprattutto per gli italiani, non dare un’occhiata agli spazi dedicati alle meraviglie dello stivale. E, quando ci si trova a raccontare la bontà della nostra terra, come si può fare a meno di entrare nell’universo del vino..?

Vino - A Taste of Italy

Se vi ponete di fronte Palazzo Italia, con a sinistra l’Albero della vita, a pochi passi troverete Vino A Taste of Italy, il padiglione dedicato all’attività vitivinicola italiana, spazio dedicato ad un percorso emozionale tutto a tema vino.

Si parte dalla Domus Vinii, che accoglie il pubblico con antichi dipinti etruschi e romani insieme a citazioni inneggianti il vino; si continua con installazioni artistiche e video, esperienze virtuali che avvicineranno ai profumi tipici; ed infine eccoci arrivati alla “biblioteca del vino” dove, attraverso moderni dispenser e con l’aiuto di sommelier, si possono degustare fino 1.400 etichette italiane.

Con l’app in fase di realizzazione e disponibile alla fine dell’Expo, sarà possibile ordinare il vino scelto durante la degustazione, basterà ricordarsi l’etichetta, selezionare la consegna, ed il gioco è fatto! Insomma questo padiglione assomiglia tanto all’enoteca del futuro, con la sua ampia area degustazioni e la terrazza adibita ad aperitivi ed happy hour. Un grande spot per il mondo intero, un luogo cult in già così poco tempo, una tappa imperdibile per appassionati ed ambasciatori!

Vino - A Taste of Italy

C’è anche qualche motivo per sorridere, sempre rimanendo sul filone dell’eccellenze italiane. A proposito di gastronomia uno degli spazi più fotografati in questi giorni è quello Coldiretti, dove sono stati esposti i prodotti più “volgari” del Belpaese: dal Cacchione di Nettuno alle Fregne fritte abruzzesi, dalla Passerina frusinate (altro vino) al Pompinello sardo (liquore ricavato dalla pompia, un agrume che cresce solo sull’isola) alle Ossa dei morti (biscotti toscani), e poi tra i salumi il Pezzente della Basilicata, il Bastardo toscano, i Coglioni di mulo abruzzesi e il Teteun valdostano (la mammella bovina salmistrata). Non solo un momento ironico, ma soprattutto un’occasione per promuovere e vendere prodotti nostrani autentici alle decine di migliaia di visitatori stranieri che giungeranno al padiglione.. Che sia uno schiaffo ai ridicoli tentativi di contraffazione!

Buon Expo a tutti!

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *