Perché la grappa è il miglior epilogo di un pasto

Want create site? With Free visual composer you can do it easy.

Giovane, aromatica, affinata, invecchiata, stravecchia: se pensate sia solo un distillato utile a combattere il freddo o uno shot al bancone da mandar giù, be’ vi sbagliate. La grappa è molto altro: assunta in quantità moderate e abbinata ad una buona tazzina di caffè a fine pasto, essa dispone di eccellenti proprietà digestive, oltre a venir considerata dalle vecchie usanze una componente essenziale della medicina naturale come analgesico dentale e coadiuvante dell’artrosi.

caffè e grappa

In ogni caso, il consumo più diffuso di questo distillato è, come abbiamo anticipato, abbinato insieme al caffè, quando ormai le portate sono concluse. Ma chi riconosce veramente la qualità di questo prodotto? Troppe qualità, troppe provenienze per confonderla. Il momento della grappa è un rituale per chi ama veramente questo distillato: aiuta a digerire ed accompagna la fine del pasto. Chi vuole apprezzarne il gusto di solito la beve prima, sorseggiandola a poco a poco per capirne le sfumature; chi è poco abituato, invece, può berla dopo il caffè in modo che il sapore più forte del primo attenui i valori alcolici dell’altro.

Tutto dipende anche da noi stessi e in quale condizione vogliamo porre la nostra bocca: possiamo tenerla neutra o alterare i sapori, come quando si sporca la tazzina nel classico caffè corretto.

GRAPPA PORTO DI MOLA

La nostra è molto morbida e dal colore ambrato, ha 40° alcolici e la lasciamo invecchiare in barrique per dodici mesi. Per noi rappresenta un valore aggiunto alla nostra produzione e ne siamo molto fieri. E voi, avete mai assaggiato la grappa Porto di Mola?

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.