Vendemmia Porto Di Mola 2023

Vendemmia 2023

Siamo ad Ottobre e i viticoltori di tutta Italia si stanno dedicando al “rituale” della raccolta delle uve per prepararsi finalmente alla produzione del vino.

Un'ape si poggia su grappolo d'uva.

La prima fase di un processo straordinario, raccontato in questo articolo del nostro blog, che porterà alla nascita dei vini per il nuovo anno.

Ma come si decide con precisione il periodo ideale per raccogliere i frutti dell’impegno dei 12 mesi precedenti?

In primo luogo ci si può affidare a studi e a nuove tecnologie che permettono di ottimizzare ogni fase del processo, compresa quella legata alla scelta del periodo di raccolta.

L’uva e la sua maturazione

L’assunto fondamentale è che l’uva va colta quando è matura.

Il concetto chiave per organizzare correttamente la vendemmia è quindi l’analisi del grado di maturazione dell’uva.

Proprio questo valore determina tutta la struttura del prodotto finale, che siano vini bianchi o vini rossi.

Ci sono quattro diverse maturazioni da tenere in considerazione:

  • La maturazione tecnologica
  • La maturazione fenolica
  • La maturazione aromatica
  • La maturazione fisiologica

Tutte le diverse tipologie di maturazione si riferiscono ad elementi presenti nel frutto che gli donano una particolare caratteristica.

La maturazione tecnologica analizza la composizione degli acini per determinare quando sia presente l’equilibrio tra zuccheri e acidi.

La maturazione fenolica ricerca la massima concentrazione di polifenoli, elemento che compone la buccia degli acini, e che dona al vino una struttura più corposa.

La maturazione aromatica analizza lo stato dei terpeni, sostanze aromatiche presenti nelle bucce, che rendono il prodotto finale più riconoscibile all’olfatto.

La maturazione fisiologica si ha quando si interrompe il legame nutritivo tra la vite e l’acino, che non assorbe più la linfa prodotta dalla pianta.

La data della raccolta deve essere concordata tenendo conto di questi elementi.

Questa può essere differente di luogo in luogo in base alla condizione del vigneto e al tipo di vino che si vuole produrre. È possibile anticipare o posticipare la vendemmia, a seconda delle caratteristiche che si vogliono attribuire al prodotto finale.

Vendemmia e tradizioni

Se oggi abbiamo a disposizione tutte queste informazioni per comprendere esattamente quando vendemmiare, storicamente non è stato sempre così.

I contadini basavano le proprie scelte sulle loro esperienze e da qui la nascita di quel processo rituale, quasi scaramantico, che però rappresentava un momento, oltre che di grande impegno, di condivisione.

In questo periodo anche da  Porto di Mola è finalmente arrivato il momento tanto atteso della vendemmia. L’emozione e la curiosità per il risultato finale sono attenuati solo dalla consapevolezza che il lavoro svolto durante tutto il corso dell’anno è stato sempre di massima qualità.

La cura e l’attenzione costante che riserviamo ad ogni grappolo sono una vera e propria garanzia di vini eccellenti. L’osservazione e lo studio “sul campo”, in mezzo alle viti, continua a rafforzare quel legame con la nostra terra che portiamo avanti di generazione in generazione.

Se vuoi vivere parte di questa magia ti ricordiamo che puoi prenotare l’esperienza Vignaiolo per un giorno.

Ti immergerai in un’esperienza immersiva unica, vestendo i panni di un vignaiolo e vivendo dal suo punto di vista tutte le fasi di produzione di una bottiglia di vino.

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp